Quando si emette un Assegno Circolare molto spesso lo scopo è quello di dover pagare un bene o un servizio richiesto, può capire che chi emette l’assegno per diverse ragioni rientra in possesso dell’Assegno perchè magari non si è concluso l’acquisto dell’Auto o perchè magari l’acquisto di un altro bene non è andato a buon fine, in questo caso il Mittente (cioè colui che ha effettuato l’emissione dell’Assegno) rientra in possesso nuovamente del titolo, ed ora che fare, è possibile rintrare in possesso della cifra?

Si certamente.

Non tutti sanno che è possibile effettuare il Rimborso dell’Assegno Circolare e quindi rientrare in possesso della somma spesa all’orgine per l’emissione delle stesso.

Per poter effettuare il Rimborso dell’Assegno (sia Postale che Bancario) è necessario recarsi presso l’istituto dove è stato emesso il titolo, muniti di documento di riconoscimento (Carta Identita o Patente) e il Codice Fiscale rigorosamente non scaduti, una volta giunti presso l’Istituto dovrete compilare un apposito modello per richiedere il rimborso della cifra spesa.

Una volta effettuata l’operazione l’Assegno Circolare verrà ritirato e sarà possibile nuovamente incassare la somma in contante, ovviamente nel caso in cui l’importo dell’Assegno sia elevato non sarà possibile ritirare la tutta la cifra in contanti ma sarà obbligatorio versare la somma su un Conto Corrente, Libretto o Carta Prepagata.

Ricordiamo che l’operazione di rimborso potrà essere effettuata solo nel medesimo ufficio dove è stato emesso il titolo.

A volta può capitare che per errore venga apposta la firma della girata sul retro dell’Assegno, in questo caso come si procede? E’ possibile ugualmente effettuare il rimborso?

Anche in casi del genere è sempre possibile richiedere il Rimborso dell’Assegno, sicuramente l’addetto chiederà delle spiegazioni per la firma presente sul retro dell’Assegno, in questo caso sarà necessario evidenziare che è stata messa per errore.